Il sito "lavocecentrosicula" chiude


Oggi ho appreso, con molto rammarico, che Elia Chimera, ideatore e webmaster del sito lavocecentrosicula, ha deciso di chiudere i battenti. Le cause che lo hanno spinto ad adottare questa drastica decisione sono da ricercare nella biasimevole mancanza di spirito di collaborazione da parte dei cittadini di Vallelunga Pratameno.


Come si legge sulla home del sito, egli si sente deluso: "mi ero illuso che fornendo ai miei compaesani questo strumento di confronto, avrei contribuito al risveglio sociale della comunità, non è stato così". Purtroppo anch'io, nel mio piccolo, mi sono accorto da un bel po' che i vallelunghesi, salvo qualche rara eccezione, sono restii a collaborare per l'aggiornamento del sito e, ancor peggio, a dialogare, discutere ed apportare il loro contributo di pensiero su argomenti o fatti che riguardano tutta la cittadinanza, nei quali giocoforza sono essi stessi coinvolti in prima persona. Penso però che l'essere poco inclini al dialogo ed alla discussione non costuisca un valido motivo per provocare la chiusura di un sito web così bello e ricco di contenuti, notizie fresche ed immagini, privando così i vallelunghesi, soprattutto quelli emigrati, dell'unico mezzo che li tiene ancora legati alla loro terra natìa. Non è giusto. Non ne vale la pena. Io per primo puntavo quotidianamente al link del sito per leggere le notizie recenti sul nostro paese, dal momento che faccio degnamente parte di quella encomiabile schiera di compaesani che rimangono orgogliosamente ancorati alla loro terra d'origine, pur pagando le tasse altrove. Così come io, prima ancora di Elia Chimera, in un angolino del web ho costruito "uno spaccato" di Vallelunga, con le sue tradizioni e contraddizioni, per mostrare la via di casa a coloro che vogliono ritrovare le proprie radici e buttare l'occhio di tanto in tanto sulla finestra virtuale, per osservare il volto del loro paese. Allora devo chiudere anch'io? NO! Elia ripensaci. Non permettere che il lavoro scrupoloso che hai svolto per tanto tempo vada in fumo. Non privarci di tutte quelle belle foto suggestive che hai meticolosamente raccolto per le vie del paese. Non lasciare che il decadimento culturale prenda il sopravvento. Io ti ricordo come un pioniere nel campo della cultura e della tecnologia. Hai messo su dal nulla la mitica ed indimenticabile "Radio TLM", dove anch'io ho avuto modo di dare il mio contributo come DJ al servizio dei cittadini. E' stato un modo per riunire soprattutto la gioventù della minuscola cittadina e dare un senso alle spesso sterili giornate di paese. Mettiamola così: ci sono individui che preferiscono rimanere acuti osservatori ed esprimere le loro opinioni in silenzio, rimanendo nell'ombra del casolare domestico.

RIPENSACI Elia. Scrivimi se vuoi. Non abbandonare i tuoi lettori.

Il tuo amico Giuseppe Mazzarese


Articolo tratto da: Vallelunga Pratameno - http://gmazzarese.altervista.org/
URL di riferimento: http://gmazzarese.altervista.org/index.php?mod=read&id=1258225678